Gara - ID 536

Stato: Scaduta


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Mogliano Veneto
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Procedura aperta per l’affidamento, dei servizi/lavori integrati sul patrimonio immobiliare comunale «Global Service» della Città di Mogliano Veneto (TV) – CIG 8850223B0D.
CIG8850223B0D
CUP
Totale appalto€ 2.446.721,31
Data pubblicazione 31/08/2021 Termine richieste chiarimenti Lunedi - 04 Ottobre 2021 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 18 Ottobre 2021 - 12:00 Apertura delle offerteLunedi - 18 Ottobre 2021 - 16:00
Categorie merceologiche
  • 507 - Servizi di riparazione e manutenzione di impianti di edifici
DescrizioneProcedura aperta per l’affidamento, dei servizi/lavori integrati sul patrimonio immobiliare comunale «Global Service» della Città di Mogliano Veneto (TV) – CIG 8850223B0D.
Struttura proponente Settore 2 – programmazione e sviluppo territorio servizio sviluppo economico - ambiente del Comune di Mogliano Veneto (TV)
Responsabile del servizio M. Berto Responsabile del procedimento
Allegati
Richiesta DGUE XML
File p7m Disciplinare di gara prot. 21929 - 361.38 kB
31/08/2021
File doc Modello per la prenotazione del sopralluogo obbligatorio ed assistito - 34.50 kB
31/08/2021
File zip Capitolato d'Oneri Volume I e II e altri documenti di progetto - 20.38 MB
31/08/2021
File zip Planimetrie (in formato dwg) degli edifici oggetto della Sezione 5 dell'offerta tecnica - 32.73 MB
13/09/2021
File zip Rapporti di efficienza energetica per gruppi termici e gruppi di refrigerazione - 1.69 MB
20/09/2021
File zip Modulistica per la partecipazione alla gara (aggiornata il 04.10.2021) - 133.45 kB
04/10/2021
File pdf Verbale di gara telematica n. 1: ammissione di tutti i concorrenti - 73.21 kB
18/10/2021

Avvisi di gara

18/10/2021AVVISO RELATIVO ALLE AMMISSIONI DEI CONCORRENTI AI SENSI DELL'ART. 76 COMMA 2 BIS DEL D.LGS 50/2016
Relativamente alla procedura aperta di cui trattasi, ai sensi dell'art. 76 comma 2bis del D.lgs 50/2016, si comunica che, in esito della verifica della documentazione attestante l'assenza dei motivi di esclusione di cui all'articolo 80, nonché la sussist...
18/10/2021Ripresa operazioni di gara per apertura buste virtuali contenenti le offerte tecniche
Si comunca che l’autorità di gara ha dovuto sospendere brevemente le operazioni di gara. Le stesse riprenderanno alle ore 17:30 di oggi 18.10.2021 Disinti saluti Berto ...
18/10/2021Modifica date procedura Aperta: Procedura aperta per l’affidamento, dei servizi/lavori integrati sul patrimonio immobiliare comunale «Global Service» della Città di Mogliano Veneto (TV) – CIG 8850223B0D.
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti04/10/2021 12:00Scadenza presentazione offerte18/10/2021 12:00Apertura delle offerte18/10/2021 ...
04/10/2021Pubblicazione versione ulteriormente corretta del “MODULO OFFERTA A PREZZI UNITARI”
Su segnalazione di un operatore economico (che si ringrazia) si è reso necessario procedere con la pubblicazione della versione corretta ed aggiornata del “MODULO OFFERTA A PREZZI UNITARI”, in conseguenza del contenuto della risposta al quesito n. 17...
24/09/2021Proroga del termine per la presentazione dei quesiti e delle offerte nonchè della prima seduta telematica di gara
Alla luce del fatto che si è concluso definitivamente il ciclo delle visite di sopralluogo si ritiene che ora tutti gli operatori economici interessati a partecipare alla gara hanno equamente acquisto tutti le medesime informazioni necessarie per present...
24/09/2021Pubblicazione versione corretta del “MODULO OFFERTA A PREZZI UNITARI”
Su segnalazione di un operatore economico (che si ringrazia) si è reso necessario procedere con la pubblicazione della versione corretta ed aggiornata del “MODULO OFFERTA A PREZZI UNITARI”, in conseguenza del contenuto della risposta al quesito n. 12...
24/09/2021Conferma delle rispondenze tra elementi di valutazione e sezione dell'offerta tecnica
Con il presente avviso si confermano le seguenti corrispondenze tra gli elementi di valutazione e le relative sezioni dell’offerta tecnica: Elemento di valutazione Equivalente documento dell’offerta tecnica A1. Logistica ...
20/09/2021Precisazioni sulla documentazione messa a disposizione dei concorrenti e relativa agli immobili oggetto dell'appalto
Un operatore economico interessato alla partecipazione alla gara, non pago delle informazioni contenute nei documenti di gara e di quelle assunte in sede di sopralluogo, ha avanzato la richeista di entrare in possesso della seguente documentazione: a) AC...
13/09/2021Planimetrie (in formato dwg) degli edifici oggetto della Sezione 5 dell'offerta tecnica
Si comunica che su richiesta di un operatore economico interessato alla partecipazione alla gara, da questo momento sono disponibili le Planimetrie (in formato dwg) degli edifici oggetto della Sezione 5 dell'offerta tecnica relativa all’elemento di valu...
03/09/2021Rettifica punto "A" della sezione 2 del disciplinare di gara prot. 21929
Si comunica che per un evidente quanto involontario refuso di stampa, il punto A della sezione 2 del disciplinare di gara nel descrive i soggetti ammessi alla gara fa un erroneo quanto illogico riferimento alle cooperative sociali. Nello scusarsi per l...

Chiarimenti

  1. 03/09/2021 09:13 - Si chiede di confermare che in caso di raggruppamento temporaneo di imprese il sopralluogo possa essere svolto sia da una delle imprese del raggruppamento con delega congiunta, sia dalle singole imprese costituenti il raggruppamento.
    Cordiali Saluti
     


    Il disciplinare di gara prot. 21929, a pagina 3, prevede espressamente che «In caso di raggruppamento temporaneo di imprese non ancora costituito, la presa visione può essere effettuata da una delle imprese che intendono raggrupparsi o consorziarsi o costituire il gruppo» e non richiede in nessun modo una «delega congiunta».
    Distinti saluti
    M. Berto

     
    03/09/2021 09:33
  2. 07/09/2021 17:19 - Buongiorno,
    con la presente si chiede di dare riscontro alla richiesta di chiarimenti sui seguenti punti:
    1. Si chiede di confermare se ai fini dell’attestazione del requisito di capacità economica finanziaria di cui al punto B)5 del Disciplinare di gara, un operatore economico partecipante alla procedura possa utilizzare il dato riferito alla società che detiene il 100% del capitale sociale (Socio Unico) prendendo come riferimento i bilanci consolidati di gruppo.
    Si chiede infine di voler accordare una proroga per la consegna dell’offerta di almeno tre settimane.

    Si comunica che erroneamente la presente richiesta di chiarimenti è stata caricata anche all’interno di un’altra procedura di gara e si chiede pertanto a Codesta Spettabile Stazione Appaltante di tenerla in considerazione soltanto ai fini della partecipazione alla presente procedura.

    Grazie.
     


    Un operatore economico può comprovare il possesso del requisito di capacità economica finanziaria di cui al punto B5 del Disciplinare di gara, tramite il dato posseduto alla società che detiene il 100% del capitale sociale (Socio Unico) solo ed esclusivamente attraverso l’istituto dell’avvalimento ex art. 89 del D.lgs 50/2016.
    In merito alla richiesta di proroga (di tre settimane, ossia di un tempo del 60% superiore a quello concesso dal bando, già superiore ai minimi di legge) appare inopportuna ed avventata. La stessa risulta formulata dopo una settimana di pubblicaizone del bando e senza che codesta società abbia almeno chiesto la prenotazione delle visite di sopralluogo.
    Allo stato attuale non vi è alcun motivo per concedere la proroga richiesta.
    Distinti saluti
    M. Berto
     
    07/09/2021 17:37
  3. 08/09/2021 16:34 - Con riferimento al punto B6 (Requisiti di Capacità tecnica e professionale art. 83 D.lgs 50/2016 e Allegato XVII) del disciplinare di gara: 
    “B6) Avere realizzato, nei cinque anni antecedenti ( dal 01.09.2016 al 31.08.2021) la pubblicazione del presente bando, almeno un appalto di manutenzione edifici analogo a quello in appalto con le seguenti
    caratteristiche: 
    - Durata non inferiore a 2 anni; 
    - Importo complessivo non inferiore ad euro 2.000.000,00 = (duemilioni/00) al netto dell’IVA; “

    Si chiede conferma che il requisito di contratto analogo può essere soddisfatto attraverso l’espletamento di un contratto di multiservizio tecnologico in ambito ospedaliero caratterizzato dall’espletamento congiunto delle attività di Servizio Energia e manutenzione immobili e impianti, nel rispetto degli importi e della durata sopra definita. 


    Si conferma che, con riferimento al possesso del requisito B6, lo stesso può essere comprovato attraverso l’espletamento di un contratto di multiservizio tecnologico in ambito ospedaliero caratterizzato dall’espletamento congiunto delle attività di Servizio Energia e manutenzione immobili e impianti, nel rispetto degli importi e della durata definiti dal disciplinare di gara.
    Distinti saluti
    M. Berto
    08/09/2021 17:08
  4. 09/09/2021 09:10 - Spettabile Amministrazione,
    siamo a chiedere Vostra gentile conferma che il requisito di fatturato analogo di cui al punto B6 del Disciplinare di Gara possa essere validamente dimostrato tramite contratto che, fermo restando l’importo minimo richiesto, non abbia necessariamente ad oggetto tutte le attività oggetto di aggiudicazione ma anche solo parte di esse, essendo, quindi, sufficiente l’analogia sulla prestazione principale e, solo eventualmente, su una o più delle prestazioni secondarie. In attesa di Vostro cortese riscontro, porgiamo Cordiali Saluti.
     


    Con riferimento al requisito B6 di partecipazione alla gara, si conferma che la comprova del suo possesso può avvenire tramite un contratto che, fermi restando l’importo e la durata minimi richiesti dal disciplinare, abbia ad oggetto le attività principali oggetto dell’appalto. In senti qualsiasi contratto il cui CPV sia assogettabile a quello che caratterizza l’attività principla dell’appalto.
    Distinti Saluti.
    M. Berto
    09/09/2021 09:18
  5. 10/09/2021 17:25 - In merito al requisito B6, che richiede
    “almeno un appalto di manutenzione edifici analogo a quello in appalto con le seguenti caratteristiche:
    • Durata almeno due anni
    • Importo complessivo non inferiore ad euro 2.000.000,00 al netto di IVA
    Sulla scorta di quanto riportato a pagina 7 del disciplinare, si indica:
    “ in caso di Raggruppamento Temporaneo di Impresa i requisiti di cui sopra devono  essere posseduti come segue :quelli di cui ai punti  B4 a B6 nel complesso dal raggruppamento ed in ogni caso dalla capogruppo mandataria in misura superiore rispetto alle mandanti “
    Si chiede di confermare che una mandataria che possiede il requisito B6 in quota del 80 % se può raggrupparsi in RTI per il 20 % mancante o avvalersi per la stessa quota dell’avvalimento.
     


    Si fatica a comprendere il vero siginifiato del quesito in quanto si ritiene che le indicazioni del disciplinare di gara siano chiare e che le considerazioni di codesta società sono ovvie.
    Ricordando quanto stabilito dall’art. 83, comma 8, del D.lgs 50/2016, laddove si prevede che «… la mandataria in ogni caso deve possedere i requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggioritaria», si ritiene che la ripartizione percentuale del possesso del requisito sia conforme alla normativa
    Distinti saluti
    M. Berto
    13/09/2021 10:30
  6. 13/09/2021 10:32 - Buon giorno,
    con riferimento alla ceritifcazione SA8000, per la quale è attribuito punteggio tecnico premiante, si chiede se essa può essere validamente sostituita con i requisiti sostitutivi, che prevedono la comprova che l’impresa rispetta i diritti oggetto delle convenzioni internazionali dell’ILO previste dal D.M. 11.01.2017, lungo la catena di fornitura, quale la certificazione
    SA 8000:2014 o equivalente, quale la certificazione BSCI o FSC o in alternativa, devono
    dimostrare di aver dato seguito a quanto indicato nella Linea Guida adottata con D.M. 6
    giugno 2012 “Guida per l’integrazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici.
    con i migliori saluti


    Si conferma che, ai fini dell’ottenimento del punteggio, è ammesso esclusivamente il possesso della ceritifcazione SA8000. Ogni altra dovumentazione diversa non comporta l’attribuzione del punteggio.
    Distinti saluti
    M. Berto
    13/09/2021 10:48
  7. 14/09/2021 14:01 - Oggetto: Sopralluoghi
    In riferimento alla procedura de quo, siamo a richiedere, in caso di partecipazione alla procedura da parte di un Consorzio di cui all’art. 45 comma 2 lettera b), i delegati possano essere dipendenti della consorziata indicata quale esecutrice del servizio.
    In attesa di sollecito riscontro, al fine di poter procedere alla richiesta di sopralluogo entro il 20/09//2021, si inviano distinti saluti.


    Si conferma che, in caso di partecipazione alla procedura da parte di un Consorzio di cui all’art. 45 comma 2 lettera b), i delegati ad effettuare il sopralluogo possono essere dipendenti della consorziata indicata quale esecutrice del servizio. Ovviamente tali informazioni vanno evidenziate nella compilazione del modello di prenotazione.
    Distinti saluti
    M. Berto
    14/09/2021 14:41
  8. 14/09/2021 17:07 - Buongiorno in riferimento al progetto tecnico e in particolare al Sub Elemento “A2. STAFF DIREZIONALE” viene precisato che la valutazione riguarda anche “il tempo da loro dedicato all’appalto”: si chiede di confermare che occorre indicare un monteore per ciascuna figura indicata dello staff proposto.

    Si ritiene che le richieste del disciplinare di gara siano chiare e tali da consentire la formulazione delle offerte in modo corretto. Si ritiene che le considerazioni formulate da codesta società siano coerenti con i criteri motivazionali previsti per il Sub Elemento “A2. STAFF DIREZIONALE”
    Distinti saluti
    M. Berto
    14/09/2021 18:02
  9. 16/09/2021 08:26 - In riferimento agli atti di gara relativi alla procedura in oggetto e al fine di poter meglio definire le nostre proposte tecniche ed economiche, siamo con la presente a richiederVi i seguenti chiarimenti.
     
    1. Modulo offerta prezzi unitari, Tabella D; Anagrafica Edifici
    Si segnalano numerose discrepanze tra i mq delle superfici delle sedi oggetto del servizio di pulizia riportate nel file “MGLVTGlobal2021_Busta C Doc2 ModuloOffertaPrezziUnitari.xlsx”, foglio “Tabella D” e i mq delle superfici indicate nel file “3 - ANAGRAFICA EDIFICI.pdf”.
    Ad esempio, per l’Ufficio Tributi (scheda UC8) nel Modulo offerta prezzi unitari sono indicati 870,00 mq, mentre nell’Anagrafica edifici sono riportati 750,00 mq; allo stesso modo per i Magazzini Comunali (scheda UC7) nel Modulo offerta prezzi unitari sono indicati 90,00 mq, mentre nell’Anagrafica edifici sono riportati 300,00 mq.
    Si richiede conferma che le consistenze corrette siano quelle espresse all’interno del Modulo Offerta Prezzi.
     
    1. Capitolato d’Oneri, Volume II - art. 6.1, pag. 99; Anagrafica Edifici
    Si richiede di conferma che l’Archivio Marocco sia oggetto del servizio di pulizia, dato che tale immobile è presente nell’elenco degli edifici comunali oggetto del servizio di pulizia di cui all’art. 6.1 del Capitolato d’Oneri, Volume II, e nel Modulo Offerta Prezzi Unitari mentre non è presente nel documento “Anagrafica Edifici”.
     
    1. Disciplinare di gara telematica – Sezione 1.3, pag. 15
    Si chiede di confermare che trattasi di refuso la prescrizione di descrivere - all’interno della relazione tecnico descrittiva - il “percorso formativo seguito da ciascun lavoratore dedicato all’appalto, nel triennio antecedente la pubblicazione del presente bando di gara”, visto che – stante il rispetto della clausola sociale vincolante per il servizio di pulizia ex art. 4 CCNL Multiservizi – l’offerente dovrà essere disponibile ad assegnare prioritariamente le attività di pulizia al personale liberato dall’impresa uscente, ed è naturalmente impossibile conoscere ad ora il percorso formativo compiuto negli ultimi tre anni tale personale.
     
    1. Disciplinare di gara telematica – Sezione 1, pag. 5 e Sezione 5, pag. 25
    Si riscontra un’incongruenza riguardo al fattore ponderale attribuito al piano delle pulizie che dovrà essere descritto all’interno dell’offerta tecnica: nella sezione 1 (pag. 5) del Disciplinare di gara è indicato un fattore ponderale pari a 7,50 punti, mentre nella sezione 5 (pag. 25) del medesimo disciplinare è riportato un fattore ponderale pari a 10,00 punti.
    Si richiede di fornire il valore corretto.

    In attesa di un Vs. gentile riscontro porgiamo cordiali saluti.


    In merito alle quantità in mq previste nel modulo offerta prezzi unitari per il servizio pulizia, si confermano i dati pubblicati dalla CUC. Eventuali differenze da planimetrie o altro sono dovute al fatto che  il servizio pulizie non è sempre coincidente con la superficie complessiva del fabbricato.
    Si conferma che l’archivio Marocco è oggetto del servizio di pulizia pur non essendo presente nell’anagrafica edifici.
    In merito al percorso formativo dei lavoratori, appare evidente che sia un elemento da evidenziare in caso di non riassobimento e riassorbimento parziale.
    Infine si conferma che il fattore ponderale dell’elemento di valutazuione “D. Piano delle Pulizie” è di 7,5 punti.
    Distinti saluti
    M. Berto
     
    16/09/2021 19:24
  10. 16/09/2021 21:18 - Buongiorno,

    si sottopongono le esguenti richieste di chiarimento:
    • Considerato che il Disciplinare di gara richiede al punto B7) il “Possesso della certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità in conformità alla UNI ENI ISO 9001:2015 in corso di validità alla data di scadenza del termine per la presentazione delle offerte, rilasciate da un ente di certificazione accreditato da ACCREDIA o da altro ente di Accreditamento firmatario degli accordi di Mutuo riconoscimento nello schema specifico”;
    • Considerato che in caso di RTI tale requisito è richiesto in capo a ciascuna delle imprese raggruppate;
    Si chiede di confermare che il requisito di cui alla lettera B7) possa ritenersi soddisfatto qualora nell’ambito di un RTI la mandataria possieda la certificazione richiesta e la mandante abbia avviato l’iter di richiesta della certificazione medesima (che risulta pertanto in fase di ottenimento).
    • Considerato che il Disciplinare di gara richiede al punto B6) di “Avere realizzato, nei cinque anni antecedenti (dal 01.09.2016 al 31.08.2021) la pubblicazione del presente bando, almeno un appalto di manutenzione edifici analogo a quello in appalto con le seguenti caratteristiche: - Durata non inferiore a 2 anni; - Importo complessivo non inferiore ad euro 2.000.000,00= (duemilioni/00) al netto dell’IVA”;
    • Considerato che in caso di RTI tale requisito deve essere posseduto nel complesso dal raggruppamento ed in ogni caso dalla capogruppo mandataria in misura percentuale superiore rispetto alle mandanti;

    Si chiede di confermare che il requisito di cui alla lettera B6) possa ritenersi soddisfatto qualora nell’ambito di un RTI sia posseduto in toto dalla sola mandataria.

    Cordiali saluti.
     


    In merito al possesso del requisito «B7) Possesso della certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità in conformità alla UNI ENI ISO 9001:2015 in corso di validità alla data di scadenza del termine per la presentazione delle offerte, rilasciate da un ente di certificazione accreditato da ACCREDIA o da altro ente di Accreditamento firmatario degli accordi di Mutuo riconoscimento nello schema specifico», si conferma che il requsitio medesimo, in caso di raggruppamento, DEVE essere posseduto da tutte le imprese che intendono raggrupparsi. In ogni caso non è ammessa la partecipazione per le ditte che non possiedono tale certificazione. Il fatto che una ditta abbia avviato l’iter di richiesta della certificazione medesima non ha alcuna valenza ai fini della partecipazione alla gara.
    Un merito al requisito «B6) Avere realizzato, nei cinque anni antecedenti (dal 01.09.2016 al 31.08.2021) la pubblicazione del presente bando, almeno un appalto di manutenzione edifici analogo a quello in appalto con le seguenti caratteristiche: - Durata non inferiore a 2 anni - Importo complessivo non inferiore ad euro 2.000.000,00= (duemilioni/00) al netto dell’IVA», si conferma anche in questo caso che, in caso di raggruppamento, anche se la capogruppo possiede il requisito per intero, la o le mandananti, in ossequio ai principi di cui all’art. 83 comma 8 del D.lga 50/2016, debbano possedere il requisiti in quota parte corrispondente alla parte di servizio che andranno ad eseguire.
    Distinti saluti
    M. Berto
    20/09/2021 08:56
  11. 14/09/2021 17:10 - In merito al personale uscente riportato nell’Allegato 4 si richiedono informazioni riguardo il percorso formativo e le specializzazioni di ciascuna figura nonchè la RAL.

    In merito alle richieste avanzate da codesta società, si ritiene che le medesime sia del tutto prive di valenza al fine della presentazione dell’offerta.
    In tal senso si rammenta che i dati riportati nell’allegato 4 del capitolato speciale d’appalto – volume II, sono più che sufficienti per formulare correttamente qualsiasi offerta.
    Od ogni buon conto, onde evitare inutili e sterili polemiche, si rendono le seguenti informazioni riguardo il percorso formativo del personale addetto al servizio:
    Operatore 1 Corso eseguiti
    Sicurezza Base e Specifica
    Lavori in quota
    Piattaforme elevatrici
    Lavori su impianti elettrici
    Base A.D.R.
    Fgas
    Lavori in quota
    Primo soccorso ultimo agg.
    Antincendio
    Piattaforme elevatrici
    Sicurezza alto rischio
    Operatore 3 Sicurezza Base e Specifica
    Operatore 4 Sicurezza Base e Specifica agg
    Piattaforme elevatrici agg
    Lavori in quota
    Operatore 5 Sicurezza Base e Specifica agg.
    Utilizzo motosega
    Piattaforme elevatrici agg
    Lavori in quota
    Si conferma che tutti gli operatori dell’operatore economico che attualmente gestisce il servizio, sono in regola con i corsi di formazione previsti dalla legge in materia di sicurezza e prevenzione sul lavoro.
    Nello specifico si comunica che non è possibile fornire la RaL in quanto dato sensibile.
    Distinti saluti
    M. Berto
     
    20/09/2021 09:05
  12. 20/09/2021 17:34 - Con il presente siamo a porre i seguenti chiarimenti:
    Chiarimento 1
    Con riferimento alla tabella riportata a pag. 19 del Disciplinare di Gara di cui al § Busta telematica virtuale “B” “OFFERTA TECNICA”, in ragione del fatto che in tale tabella si considerano i singoli documenti da inserire nell’Offerta Tecnica (da Sezione 1 a Sezione 8) in un unico file compresso in formato Zip o RAR, si chiede di confermare che l’Offerta Tecnica si comporrà di 8 documenti separati e che le copertine e gli indici dovranno essere esclusi dalla conta delle facciate.

    Chiarimento 2
    Con riferimento agli allegati 6, e 8 al “CAPITOLATO D’ONERI volume II PARTE TECNICA” si specifica che alcuni degli edifici presenti nell’ALLEGATO 6 – Edifici soggetti a Servizio Energia con fornitura del vettore energetico, non sono riscontrabili nell’ALLEGATO 8 – Consumi energetici anni 2018 – 2019, e precisamente:
    • S16 Scuola infanzia G. Rodari;
    • UV5.2 Bocciodromo.
    Si chiede di specificare i consumi energetici dei suddetti edifici aggiornando quindi l’ALLEGATO 8 – Consumi energetici anni 2018 – 2019 oppure di chiarire se tali edifici sono stati erroneamente inseriti nell’ALLEGATO 6 – Edifici soggetti a Servizio Energia con fornitura del vettore energetico.

    In attesa di un Vs. riscontro si porgono cordiali saluti.


    Risposta al chiarimento 1: si conferma che l’Offerta Tecnica si compone di 8 documenti separati. Si conferma che non sono richieste nè copertine nè indici che, qualora presenti, non concorrono a raggiungere il limite di facciate.
    Risposta al chiarimento 2: si evidenzia che la “Scuola infanzia G. Rodari e la “scuola primaria Verdi” hanno un unico PDR n.P00920000009735, per cui anche i consumi sono accorpati .
    In merito al “Bocciodromo” si conferma che trattasi di un involonario refuso. Il “Bocciodromo” va correttamene ascritto alla tabella senza vettore di cui allegato 7) del Capitolato Vol.2.
    Distinti saluti
    M. Berto
    21/09/2021 14:44
  13. 21/09/2021 17:48 - Buongiorno, si chiede di chiarire la discrepanza relativa alla frequenza di redazione del Programma Operativo degli Interventi:
    • Nel Capitolato d’Oneri volume II, nel paragrafo 1.11, si legge “ Il Programma Operativo degli Interventi rappresenta il quadro di riferimento in cui collocare i successivi programmi per operare a breve e medio termine. Il Programma degli Interventi di Manutenzione dovrà essere elaborato e aggiornato e sottoposto all’approvazione del Responsabile del Procedimento con cadenza semestrale.”;
    • Nel Capitolato d’Oneri volume II, nel paragrafo 7.2.9, si legge “In base agli ordinativi di intervento dovrà parimenti essere gestita anche l’attività corrente, con lo stesso strumento. Tale programmazione complessiva comprende tutti gli interventi che esulano dall’emergenza e dal pronto intervento minuto (manutenzione a guasto e correttiva). L'Appaltatore dovrà produrre un programma operativo degli interventi, sotto forma di diagramma a barre (GANTT), dettagliato e nominativo: minimo il quindicinale. Il programma quindicinale verrà fornito aggiornato ogni settimana per le due settimane a seguire.”
     
    Si chiede pertanto di chiarire se la cadenza del Piano Operativo degli interventi sia semestrale o quindicinale.
    Nel caso in cui nei due paragrafi si faccia riferimento a due documenti distinti, si chiede di chiarire la differenza dei contenuti da presentare in ciascuno.
    Cordiali Saluti
     


    Si invita ad una più attenta lettura della documentazione di gara e a mantenere un comportamento meno polemico, in quanto poco utile a ben comprendere la logica dell’appalto. Detto ciò si ritiene evidente che si tratta di 2 documenti distinti, dove:
    Nel primo caso (1.11) si fa riferimento alla programmazione generale del semestre entro cui collocare i successivi programmi a medio e breve termine . Tale programma ha una forma tabellare ed è uno strumento di pianificazione, sottoposto all’approvazione del RUP.
     Nel secondo caso (7.2.9) si fa riferimento ad un sotto programma a breve termine. Tale programma ha la forma di diagramma a barre ed ha una funzione operativa per organizzare in modo dettagliato gli interventi, non è sottoposto all’approvazione del RUP ma ha una funzione informativa.
    Distinti saluti
    M. Berto
    22/09/2021 08:47
  14. 23/09/2021 16:59 - Richiesta di chiarimento 
    Disciplinare  pagg. 11-12
    4) cauzione provvisoria
    Capitolato d’oneri  volume I  parte generale  pag. 26
    Art. 20.3.1-Cauzione provvisoria
     
    1. Si chiede di confermare  che:
     
      • la cauzione provvisoria  debba essere rilasciata con il sistema della firma digitale,  senza autenticazione notarile, mediante  sottoscrizione digitale della polizza da parte  del procuratore della Compagnia assicurativa (accompagnata da  autocertificazione poteri e fotocopia del documento di identità del sottoscrittore)  e dal legale rappresentante/procuratore dell’operatore economico  
     
      • sia un refuso  la richiesta dell’autenticazione   notarile della firma apposta in originale  secondo  quanto indicato nel capitolato d’oneri all’art. 20.3.1. “La CAUZIONE PROVVISORIA pari al 2% dell'importo a base di gara da prestare anche mediante fidejussione bancaria o assicurativa, deve riportare l'autenticazione della firma apposta in originale e della certificazione dei poteri di sottoscrizione della fidejussione da parte di un notaio
     
      • nel caso  invece venisse confermata la richiesta di autentica notarile, sia accettata l’autentica con firma digitale del notaio, su polizza sottoscritta digitalmente dal procuratore della Compagnia assicurativa 

    In attesa di cortese riscontro, porgiamo i nostri più cordiali saluti.
     


    Ci spiace constatare che il capitolato prenda in esame la cauzione provvisoria che non è tema di competenza del documento in parola.
    Si conferma che l’unico documento valido ed efficace per la gestione delle modalità di partecipazione alla gara è il DISCIPLINARE DI GARA prot. 21929.
    Si conferma che per la partecipazione alla gara non è richiesta alcuna autenticazione notarile della firma digitale apposta sulla cauzione provvisoria.
    Spiecenti per il disguiso di porgono distinti saluti
    M. Berto
     
    23/09/2021 17:43
  15. 30/09/2021 10:04 - Buongiorno, 
    con la presente si chiede alla Stazione Appaltante quanto segue:
    1) Relativamente alle modalità di remunerazione degli interventi straordinari, extra canone o alla quantificazione economica di servizi eseguiti a ore per il servizio di pulizia, sulla base delle informazioni riportate al
    • paragrafo 20.10.2 del Capitolato d’oneri parte I – “Prezziario di riferimento” in cui leggiamo che “per le pulizie extra canone si utilizzano gli importi della manodopera offerti in sede di gara”;
    • paragrafo 6.6 del Capitolato d’oneri parte II – “Variazioni” in cui leggiamo “In caso di modifica del monte ore, in aumento o riduzione, si applica, in aumento o riduzione, il costo orario indicato in sede di offerta economica.” e a seguire “I costi orari unitari da applicare saranno riferiti alla tabella Ministeriale vigente al momento dell’effettuazione dei lavori al netto dell’eventuale ribasso contrattuale.”;
    si segnala che non si trovano corrispondenze con quanto riportato sopra all’interno dei moduli di offerta economica. In particolare, non è chiaro dove si debba inserire la tariffa oraria offerta e non è chiaro quale sia il ribasso contrattuale che sarà applicato all’eventuale tariffa oraria a Base d’asta.
    Inoltre, si chiede di meglio precisare quale sarà la modalità di remunerazione degli interventi extra canone quantificati in ore in quanto dalle definizioni sopra riportate risulta mancante la componente di remunerazione prevista per macchinari, attrezzature, prodotti, spese generali ed utili d’impresa; infatti, al paragrafo 20.10.2 e anche al 6.6 si fa riferimento al solo costo orario della manodopera senza maggiorazioni.
    2) A pagina 99 del Capitolato d’oneri parte II leggiamo che i “Magazzini comunali” hanno una frequenza di intervento espressa in “gg/settimana” pari a 0,08. Nel foglio “Tabella D” del Modulo excel Offerta Prezzi Unitari leggiamo invece una frequenza settimanale di intervento pari a 1. Si chiede conferma che la frequenza corretta sia quella indicata nel modulo di Offerta Prezzi Unitari.
    3) A pagina 99 del Capitolato d’oneri parte II leggiamo che le “corti interne e esterno fabbricati” hanno una frequenza di intervento espressa in “gg/settimana” pari a 5 da erogarsi in “sedi varie”. Al fine di una corretta valutazione economica, e considerando che per taluni fabbricati la frequenza di intervento è ben al di sotto dei 5 interventi settimanali (come 1 o 0,08 gg/settimana), si chiede di indicare quali fabbricati siano interessati da questa tipologia di intervento e, possibilmente, l’incidenza di tale superficie esterna per ciascun fabbricato.
    4) A pagina 99 del Capitolato d’oneri parte II leggiamo che è previsto un servizio giornaliero nei fabbricati elencati in tabella e in alcuni di essi è previsto un intervento aggiuntivo di “ripasso bagni”. Si chiede gentilmente conferma che sia corretta l’interpretazione per cui, ad esempio, nel fabbricato “Biblioteca” i bagni saranno soggetti ad un intervento di pulizia giornaliero dal lunedì al sabato (frequenza intervento del servizio giornaliero come da tabella pari a 6 gg/settimana) e ad un intervento di ripasso aggiuntivo per soli 2 giorni a settimana (frequenza intervento ripasso bagni pari a 2 gg/settimana).
    5) A pagina 99 e 100 del Capitolato d’oneri parte II leggiamo che è previsto un servizio giornaliero nei fabbricati elencati in tabella e in alcuni di essi è previsto un intervento aggiuntivo di “ripasso bagni”. Si chiede gentilmente conferma che la frequenza di intervento di ripasso bagni della “Polizia Locale” sia 6 gg/settimana mentre il servizio giornaliero sia previsto 5 gg/settimana.
    6) In riferimento a quanto riportato a pagina 101 del Capitolato d’oneri parte II in merito all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate si chiede, relativamente all'allegato 4 "Elenco del personale in forza al gestore uscente oggetto della clausola sociale", di specificare per ciascuna risorsa se trattasi di soggetto “svantaggiato” o “molto svantaggiato” o “disabile” (secondo le definizioni previste dall’art. 2 punti 18, 19 e 20 del Regolamento CE 800/2008).
    7) Al fine di una corretta valutazione delle attività, si chiede di indicare, per gli anni precedenti, i volumi di attività extra canone corrisposti all’Appaltatore uscente.

    Restiamo in attesa di un cordiale riscontro.
    Cordiali saluti


    Pur non comprendendo come un concorrente che ha effettuato i sopralluoghi possa porgere tali domande, qui di seguito le nostre risposte.
    Risposta n. 1: in merito agli interventi extra per il servizio di pulizie il compenso viene calcolato sulla base dei costi €/mq offerti.
    Risposta n. 2: confermiamo che il valore corretto è quello riportato nel foglio "tabella d" cioè 1 volta a settimana, nello schema di pagina 99 del capitolato l'indicazione è errata (per errore è stata indicata la frequenza del solo intervento trimestrale di pulizia fondo).
    Risposta n. 3: i fabbricati con corti interne interessati dagli interventi di pulizia sono 4: municipio, uffici tecnici, punto comune, biblioteca.
    Risposta 4: si conferma la richiesta di intervento aggiuntivo nei giorni di martedì e giovedì a metà giornata
    Risposta 5: gli uffici sono utilizzati dal personale 5 giorni a settimana (dal lunedì al venerdì) ed è richiesto n. 1 intervento giornaliero; il sabato vengono utilizzati principalmente gli spogliatoi ed è sufficiente solo un passaggio aggiuntivo per la pulizia dei bagni.
    Risposta n. 6: si ritiene evidente che in riferimento ai lavoratori «svantaggiati» riportato a pagina 101 del Capitolato d’oneri parte II, è un refuso di cui non tener conto.
    Risposta n. 7: i volumi di attività extra canone storici sono: anno 2017: 89 ore/ anno 2018; 110 ore/anno 2019; 100 ore/anno 2020: 96 ore; gli interventi per trattamenti anti covid-19 sono stati gestiti con preventivi ad hoc.
    Distinti saluti
    M. Berto
     
    04/10/2021 13:07
  16. 01/10/2021 16:17 - Buonasera, con la presente si richiede quanto segue:
    • Pgas = Media ponderata del Gas naturale: Prezzo di listino del gas naturale della località di fornitura, applicato dall’Azienda di vendita ai clienti “sottoposti al regime di tutela”, così come regolato dall’A.E.E.G. vigenti nel periodo della stagione termica;
    • Pgas0 = Prezzo di listino del Gas naturale della località di fornitura, applicato dall’Azienda di vendita ai clienti “sottoposti al regime di tutela” così come regolato dall’A.E.E.G. alla data dell’offerta.
    Cordiali saluti.


    I dati, come ogni operatore del settore ben sà, sono disponibili sul sito del A.E.E.G.
    Distinti saluti
    M. Berto
    04/10/2021 13:08
  17. 01/10/2021 16:20 - Buonasera,
    con la presente si richiede quanto segue:
    • Nella tabella C1 del modulo offerta prezzi unitari i GG indicati non ci risultano essere riferiti a nessuna annualità in particolare ma trattasi di GG standard;
    • Si chiede come venga ricostruita la BDA di 329.406,56 €/anno del servizio energia. Inserendo i valori CU1 e CU2 di riferimento all’interno della tabella C1 del modulo di offerta, il risultato espresso nella colonna “Costo totale annuo” è largamente superiore alla base d’asta. Si chiede pertanto conferma dei valori di riferimento  CU1 e CU2.
    Si prega di ignorare il quesito inviato erroneamente poco fa.
    Cordiali saluti


    I valori corretti massimi del CU1 e del CU2 sono i seguenti:
    CU1 – 0,00075
    CU2 – 0,00070
    Abbiamo procevveduto a correre il modello per l’offerta.
    Nel ringraziare per la segnalazione si porgono distinti saluti
    M. Berto
    04/10/2021 13:13

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Federazione dei Comuni del Camposampierese

Via Cordenons 17 Camposampiero (PD)
Tel. 049 9315638 - Fax. 049 9315611 - Email: appalti@fcc.veneto.it - PEC: appalti.unionecamposampierese.pd@pecveneto.it